GastroWiken


PROBLEMATICHE GASTROESOFAGEE E BRUCIORE DI STOMACO

GastroWiken è un integratore alimentare in gel a base di liquirizia, Aloe Vera, Estratto Glicerico di Banana, Lentisco e Sodio Ialuronato.

La liquirizia ed il Lentisco, favoriscono la funzionalità del sistema digerente. L’Aloe Vera svolge un’azione emolliente e lenitiva (sistema digerente) e supporta le funzioni depurative dell’organismo. L’estratto glicerico di Banana favorisce il controllo dell’acidità gastrica, supportando la funzione digestiva.
SINTOMI
Tra i disturbi riguardanti il tratto gastroesofageo i più comuni sono la le difficoltà digestive ed il reflusso gastroesofageo.
Le difficoltà digestive sono raggruppate sotto il generico termine dispepsia (dal greco dys-pepsia, ossia “cattiva digestione”), mentre con il termine reflusso gastroesofageo si intende il passaggio retrogrado del contenuto dello stomaco attraverso lo sfintere esofageo inferiore in esofago.
Il bruciore di stomaco, detto anche pirosi o acidità gastrica, è un sintomo comune. In caso di reflusso gastroesofageo la sensazione di bruciore indicata dal paziente si irradia a partire dal centro dell’addome (regione epigastrica) verso il giugulo. Nella dispepsia invece i sintomi sono localizzati prevalentemente a livello della zona centrale dell’addome superiore (epigastrio).
Il bruciore di stomaco può presentarsi in associazione a:
• dolore sordo nella parte superiore dell’addome (fino ad interessare le fauci)
• nausea e vomito
• eruttazione o gonfiore
• senso di stomaco pieno dopo i pasti
• ipersalivazione
• diminuzione dell’appetito e dimagrimento
• insonnia.
La malattia da reflusso gastro-esofageo (MRGE) viene definita “malattia”, ma in realtà è una condizione sindromica che si può manifestare attraverso varie forme, suddivise in sindromi esofagee ed extraesofagee

CAUSE
Quando il bruciore di stomaco è un problema occasionale, il paziente non fa fatica ad individuarne le cause di origine:
•pasti troppo abbondanti
•alimenti difficili da digerire o con effetto sull’esofago:

-I cibi grassi tendono a rimanere nello stomaco più a lungo in quanto sono più lenti da digerire
-Alimenti come il cioccolato e la menta possono avere un effetto rilassante sullo sfintere esofageo inferiore, favorendo la risalita             del contenuto dello stomaco
-I cibi piccanti, le cipolle e i prodotti a base di pomodoro, bevande molto calde o acide possono esercitare un effetto irritante

•assunzione di pasti prima di mettersi a letto
•assunzione di cibo troppo veloce
•assunzione di alcol e fumo di sigaretta
•assunzione di farmaci (e.g. FANS).
Altre cause possono essere:
• inefficacia della capacità di clearance esofagea:

-gravità
-peristalsi (dovuta ad alterata funzionalità dello sfintere gastroesofageo)
-salivazione e produzione intrinseca di bicarbonati (pH salivare acido)

•cambiamenti fisici ed ormonali indotti dalla gravidanza
•ernia iatale
•insufficienza dello sfintere esofageo inferiore (LES)
•rilasciamenti transitori del LES
•ritardato svuotamento gastrico
•obesità addominale
•fattori emozionali: ansia e stress
•infezione da Helicobacter pylori
TRATTAMENTO
Il primo approccio nel trattamento delle problematiche gastroesofagee consiste nell’agire sulla sintomatologia, contrastando quindi il bruciore, e coadiuvando, poi, la funzionalità e la motilità gastrointestinale.
È fondamentale eliminare o perlomeno ridurre i fattori di rischio come l’assunzione di Fans, l’obesità, il fumo l’alcol e riequilibrare la dieta evitando eccessi e cibi potenzialmente irritanti.
GASTROWIKEN
Gastrowiken, integratore alimentare a base Liquirizia, Aloe Vera, Estratto glicerico di Banana, Lentisco e Sodio Ialuronato, è utile nei casi di bruciore di stomaco grazie al controllo dell’acidità gastrica ed al ripristino della normale funzionalità e motilità gastrointestinale.
PROPRIETA’ DEI COSTITUENTI
La banana ha un ruolo attivo nel controllo dell’acidità gastrica e nella regolarizzazione delle funzioni digestive.
Gli alginati sono assimilabili a fibre solubili. Le soluzioni colloidali viscose formate dagli alginati a contatto con la mucosa dell’esofago hanno un effetto mucoadesivo che migliora la sintomatologia in patologie erosive e non erosive inoltre a contatto con gli acidi gastrici ed in presenza di calcio forma uno strato protettivo che riduce la risalita nell’esofago del contenuto dello stomaco.
Il carbonato di calcio a contatto con gli acidi gastrici genera acido carbonico che libera anidride carbonica gassosa. L’anidride carbonica consente alla soluzione colloidale viscosa formata dall’alginato di galleggiare sul contenuto dello stomaco favorendo l’azione antireflusso.
Dalle foglie dell’aloe vera pianta si estrae un succo denso, concentrato, della consistenza di un gel. I mucopolisaccaridi (zuccheri complessi) contenuti nel succo svolgono un’azione protettiva nei confronti delle mucose. Aderendo alle pareti del tratto digerente formano un film protettivo in grado di difendere i tessuti interni dello stomaco dai succhi gastrici o dagli agenti irritanti, che andrebbero ad alterare il corretto funzionamento del sistema digerente. A questa funzione si somma l’azione antinfiammatoria, lenitiva e calmante.
Anche il sodio ialuronato protegge lo stomaco e l’esofago dall’acido in modo meccanico. Dal punto di vista chimico l’acido ialuronico viene classificato come un glicosaminoglicano essendo formato dal ripetersi di lunghe sequenze di due zuccheri semplici, l’acido glicuronico e la N-acetilglucosamina. La grande solubilità in ambiente acquoso è importante per garantire l’idratazione dei tessuti proteggendoli al tempo stesso da tensioni e sollecitazioni eccessive, l’elevata affinità con altre molecole di acido ialuronico e con gli altri componenti della matrice extracellulare consente la formazione di una fitta ed intricata rete ad elevato peso molecolare.
L’uso dell’estratto di liquirizia come anti-ulcerativo è ampiamente noto, viene infatti utilizzato nelle ulcere gastriche e duodenali e come coadiuvante nel trattamento dei dolori spasmodici della gastrite cronica. Tali benefici sono legati alla presenza delle saponine antinfiammatorie. Inoltre, la liquirizia prolunga la vita delle cellule della superficie dello stomaco, con un dimostrato effetto anti-pepsina. Studi clinici sulla liquirizia deglicirrizinata hanno mostrato effetti nel trattamento delle ulcere gastrointestinali non dissimili da quelli che si ottengono con la liquirizia non trattata, suggerendo la presenza di altri principi attivi nella protezione della funzionalità del tratto gastrointestinale.
Il lentisco agisce sulla funzionalità del sistema digerente e sulla regolarità del transito intestinale. La resina secreta dal gambo di Pistacia Lentiscus, è efficace contro le infezioni da Helicobacter pylori, in particolare, le componenti terpeniche dell’olio essenziale presente nella resina ne inibiscono la crescita di H. pylori.
MODALITA’ D’USO E POSOLOGIA
Omogeneizzare il gel manipolando la bustina prima della sua apertura. Si consiglia l’assunzione di una bustina al giorno.
TABELLA NUTRIZIONALE ED INGREDIENTI

Contenuti medi per stick pack da 15ml

Liquirizia e.s. 100mg

Aloe vera 50mg

Banana e.g. 10mg

Lentisco 25mg

Sodio Ialuronato di Clacio 70mg

Acqua, Addensante: Alginato di Sodio; e.g. di Banana (Musa x Paradisiaca L. (pro spp.)) frutto, e.s. deglicirrizinato di Liquirizia (Glycyrrhiza Glabra L.) radice, Acidificante: Acido Citrico; Aloe Vera Gel (Aloe Barbadensis Mill.) foglie, Regolatore di Acidità: Carbonato Acido di Sodio; Lentisco (Pistacia Lentiscus L.) resina
plv., Conservanti: Sorbato di Potassio, Benzoato di Sodio; Edulcorante: Sucralosio; Sodio Ialuronato, Gluconato di Calcio.
AVVERTENZE E CONSERVAZIONE
AVVERTENZE
Tenere fuori dalla portata dei bambini sotto i 3 anni di età al fine di evitare l’accidentale assunzione del prodotto. Non superare la dose giornaliera consigliata. Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata, equilibrata e di uno stile di vita sano. Non utilizzare il prodotto se la confezione non si presenta integra. Si sconsiglia l’uso nei casi di ipersensibilità accertata verso uno o più ingredienti riportati. Data la natura degli ingredienti contenuti, il prodotto potrebbe presentare un aspetto diverso da lotto a lotto: ciò non inficia la qualità del prodotto. Per donne in gravidanza e allattamento, si consiglia di sentire il parere del medico.
CONSERVAZIONE
Conservare a temperatura compresa tra 5°C e 25°C in un luogo asciutto. Evitare l’esposizione a fonti di calore localizzate ed ai raggi solari. Non conservare in luoghi umidi, come ad esempio cucine o bagni. Il termine minimo di conservazione si riferisce al prodotto correttamente conservato, in confezione integra. Conservare il prodotto nella confezione originale. Non riporre il prodotto nelle vicinanze di sostanze pericolose, come ammoniaca, benzina, acetone, sostanze che evaporano facilmente o infiammabili
BIBLIOGRAFIA
Armanini D1, Fiore C, Mattarello MJ, Bielenberg J, Palermo M. History of the endocrine effects of licorice. Exp Clin Endocrinol Diabetes 2002; 110(6):257-61.
Bayati Zadeh, J., Moradi Kor, Z. and Karimi Goftar, M. (2013) Licorice (Glycyrrhiza glabra Linn) as a Valuable Medicinal Plant. International Journal of Advanced Biological and Biomedical Research, 1, 1281-1288.
Bardhan, Cumberland, Dixon e Holdsworth. Clinical trial of deglycyrrhizinised liquorice in gastric ulcer. GUT 1978; 19:779-782
Bredenoord AJ, Pandolfino JE, Smout AJ. Gastro-oesophageal reflux disease. Lancet. 2013;381(9881):1933-1942.
Krausse R1, Bielenberg J, Blaschek W, Ullmann U. In vitro anti-Helicobacter pylori activity of Extractum liquiritiae, glycyrrhizin and its metabolites. J Antimicrob Chemother. 2004 Jul;54(1):243-6
Tomofumi Miyamoto, Tadayoshi Okimoto, and Michihiko Kuwano. Chemical Composition of the Essential Oil of Mastic Gum and their Antibacterial Activity Against Drug-Resistant Helicobacter pylori; Nat Prod Bioprospect. 2014; 4(4): 227–231.
Vakil N, van Zanten SV, Dent J, Jones R; Global Consensus Group. The Montreal definition and classification of gastroesophageal reflux disease: a global evidence-based consensus. Am J Gastroenterol. 2006;101(8):1900-1920.